A cosa serve la sega elettrica?

1) Seghetto

Un seghetto è il tipo più versatile di sega. Può tagliare accuratamente linee rette e curve. Soprattutto per la segatura di curve, il seghetto è chiaramente l’opzione migliore. Un seghetto può utilizzare un’ampia gamma di lame, ottimizzate per diversi materiali, precisione, velocità e curve. Esempi di materiali che è possibile segare sono legno, metallo, plastica, muri a secco, assi in laminato e persino piastrelle di ceramica.

2) Sega circolare

Una sega circolare viene utilizzata soprattutto per il taglio rapido e preciso di linee dritte. È ideale per effettuare lunghi tagli in materiali più spessi. Le seghe circolari vengono utilizzate principalmente per il legno, ma possono anche tagliare altri materiali, in alcuni casi utilizzando una lama speciale. Alcuni dei materiali più comuni che è possibile tagliare con una sega circolare sono truciolato, compensato, travi in legno, pannelli per pavimentazione in legno duro e isolamento.

3) Seghetto alternativo frontale

Un seghetto alternativo frontale, o sega a gattuccio, viene utilizzato principalmente per i tagli grossolani, la potatura e i lavori di demolizione. Sono disponibili diverse lame per materiali specifici come legno e metallo.

4) Sega compatta versatile

Una sega compatta versatile è ideale per tagliare un’ampia gamma di materiali: basta un solo utensile per eseguire tagli su materiali diversi. Dal legno alle piastrelle, dalle pavimentazioni in laminato all’alluminio e il PVC. Esegue tagli seguendo linee precise ed accurate; inoltre è molto pratica per il taglio dal pieno. Una sega compatta versatile può essere utilizzata con vari tipi di lame, come dischi diamantati, lame in acciaio temprato e lame con punta in carburo. Queste lame sono disponibili nella maggior parte dei negozi dedicati al fai da te.